Vacanze di Natale al Sud e l’arrampicata in Puglia

Il secondo episodio del video Vacanze di Natale al Sud e il diario di Giovanna Pozzoli che presenta l’arrampicata in Puglia tra la falesia di Laterza e Statte. Il tutto per il progetto Pietra del Sud dei Ragni di Lecco.

E così succede che quando vivi al Nord, in uno dei paesi più piovosi d’Italia, finisci presto per scordarti delle vacanze estive passate in qualche bel posto caldo ed assolato. Ogni tanto posti qualche foto di te abbronzatissima attaccata alla roccia ed intanto sbuffi perché fuori piove, e tanto, e spesso… mai come in questi ultimi anni, e sei certo che se ci sono giornate di cielo terso sono solo in settimana mentre tu lavori, perché nel week end, chiaramente… PIOVE!

Arriva anche Novembre ed io non voglio certo essere impreparata alle prossime ferie “Tom, a Natale che facciamo? Ti dico solo una cosa: io di freddo e acqua questo giro non ne voglio prendere! …dove vuoi, meta possibilmente nuova, ma soprattutto che sia parecchio a SUD!” Decisamente ci piace l’idea di girare con amici e così scatta il giro di mail, chiamate, sms per capire se c’è un “dove” da condividere in buona compagnia. Tanti andranno in Spagna… mmmmhhh, già andati, due anni di fila… Chi va in Grecia… mmmmmhhh, no non abbiamo voglia di prenotare voli, macchine o altro… chi decide di gironzolare tra Finale ed Arco… sì, bello ma ce lo teniamo per i week-end.

Poi arriva “Gaetà” (il Paglione) che ci scrive e chiama Luca (il Pass) “Carissimi che voglia di vedervi…!”. Io rilancio il famoso appello “assolutamente a SUD”, GAETA’ butta un paio di proposte “decisamente a SUD” e il PASS vede già il lato “spedizione” della faccenda “Progetto Pietra del SUD” visto che nella zona del Parco delle Gravine, Graziano Montel e amici, hanno chiodato un nuovo settore grazie ad un contributo del Gruppo Ragni. In 5 minuti prende vita su WhatsApp il gruppo “VACANZE DI NATALE”, il team è deciso… io (GioPoz), Tom, il Pass (Luca Passini), Silvia, la piccola Giulia (che fa per 25), Gaetà e la Cocco… DESTINAZIONE PUGLIA!

Gaetano ci parla di falesie fighissime dove a dicembre scali in maglietta all’ombra e di una fantastica masseria, SIERRO LO GRECO, gestita da alcuni amici dove dormire e mangiare “che pare di stare a casa” …quanto basta per fregarmi le mani soddisfatta! Luca invece mi chiede subito la guida del caso “A SUD” (edizioni Versante Sud) …scoprirò solo poi che il ragazzo si è dato i “compiti delle vacanze” …capito quelli che si tengono! E così mentre ogni tanto il cell fa “plim plim” e sul banner di WhatsApp compare qualche nuovo aggiornamento sui preparativi, arriva anche la vigilia di Natale.

Mentre incarto gli ultimi pacchetti scelgo anche il costume da infilare in valigia. Domani grande festa in famiglia, poi il 26, prima ancora che albeggi, mentre tutti dormono tra dolci sogni e panettone da smaltire… PARTIAMOOOOO! Macchina caricata all’inverosimile, un “siluro” sul portapacchi, facce da sonno ma mente che viaggia già più veloce delle quattro ruote… “Pare che a Natale in Puglia si faccia anche il bagno! Wow, meno male che stiamo scappando dal freddo che un po’ di sole ce lo siamo davvero meritati!”.

I km scorrono, il tempo vola ed il tepore del Sud ci sta aspettando… a bordo il dream team è  sempre più carico e in poco più di nove ore eccoci tutti a Laterza… “Ammazza che arietta che c’è qui! …sì, va beh, è buio e siamo a Dicembre ma domani… “In comitiva scendiamo tutti nella gravina di Laterza, il sole ci coccola nel grottone del settore TOMAHAWK, con la sua roccia bianca e arancio al riparo dal vento (…freddo) che soffia sopra la gravina… eeeeeee via di selfie con occhiali da sole, ombelico al vento e pollice alzato!

Con noi c’è anche Aldo Ricci e il suo staff di ARPRODUCTION, ci hanno seguito per fare alcune riprese. La curiosità era tanta, sia da parte dei simpatici locals presenti, che da parte nostra. Scaldandoci sbirciavamo l’attrezzatura di Aldo, cineprese, macchine, stands, rails, un drone… e anche se in realtà noi eravamo già a conoscenza della sua grande competenza tecnica, sapevamo anche che lui di arrampicata era davvero a digiuno per cui tutto diventava ancora più interessante. A dire il vero pensavamo di dover passare la giornata su singoli passaggi per esigenze tecniche, ma regista ed addetti ci hanno interrotto davvero poco in quelle che sono state le nostre normali attività in falesia, lasciandoci massima libertà di muoverci come preferivamo e senza mai farci spezzare la progressione.

E così tra qualche via, due chiacchiere, mille sorrisi, le riprese e un paio di pendoli di Giulia è passata anche questa divertente e diversa giornata di roccia e a tratti… di sole! Contenti torniamo che è già buio all’agriturismo dove ci aspetta Roberto con la stufa già accesa ed un sacco di delizie e vino locali.

La mattina dopo… DILUVIO UNIVERSALE E 2 GRADI…a tratti nevischia pure… andiamo bene! Meno male che MATERA ci risolve la giornata riempiendoci gli occhi di storia e bellezza… ma, domani?! “Pare che il tempo verso il mare sia nettamente più bello e poi… abbiamo anche il costume no?” ” …no! Cioè si… ma lascialo lì che è meglio và!” …e verso il mare c’è STATTE con il suo dedalo di gole e pareti, un magico sali scendi stile giungla tra ogni tipo di esposizione e scalata. Da Nord a Sud e dalle placche appoggiate ai super strapiombi… che dire… il parco giochi! Peccato per il freddo però…il costume l’avevo portato lo stesso! E domani?!

…“A Giovà… il costume oggi no… ma se vuoi possiamo fare o’ pupazz’e’nneve!” E vabbè dai, oggi scarico… è l’ultimo dell’anno… stasera festeggiamo ma stiamo leggeri… alla mezza brindiamo, poi in branda e domani spacchiamo il mondo! In realtà l’astinenza da roccia ha creato strani attacchi di pazzia… maratona di Laterza nella neve… gare di trazioni sotto il tavolo… verticali e dimostrazioni di forza alla Medrano (non si capiva bene se in stile Frank o Circo!!!) …blocchi coi guanti sui pilastri secolari del cancello del Sierro … lezioni di tamburello e Pizzica con la compagna e la bimba di Roberto… e dulcis in fundo… mangiata del secolo con caciotte, gamberoni, focacce, pizze, tre primi, frittate, torte salate, fagioli, salsicce, gnomarelli (involtini da capogiro), capocollo e MAIALINO AL FORNO da applauso…naturalmente innaffiato da litri e litri di Primitivo!!! Alla faccia dei nostri buoni propositi!

Il primo dell’anno portiamo i nostri nuovi quattro chili a testa ancora a STATTE… che ha il mare vicino e sistema tutto… che sicuramente è più caldo… mmmhhhh…. no!!!!! Un freddo becco… autostrada chiusa e macchine in panne sulle statali tra cumuli di neve dappertutto! Ma noi ci andiamo lo stesso… siamo gente del Nord… cosa vuoi che sia un po’ di neve per noi! E così, dopo aver quasi perso le dita per il freddo… pensiamo bene anche di perdere la strada!!! Dopo cinque ore a girovagare per la Puglia nonostante tutte le tecnologie del mondo a nostra disposizione Giulia tuona: “Papà, tu non guidi più!!!!” Lei ha fame e sonno, Silvia alza gli occhi al cielo e ride, io penso al mio costume da bagno mentre Luca e Tom perseverano nel loro delirio automobilistico facendoci fare uno slalom tra auto abbandonate ovunque in attesa del disgelo per portarci fino ad Alberobello dove (da lontano) ci fanno vedere anche qualche trullo ricoperto di neve! 

Il secondo giorno dell’anno… reduci dalle 6 ore di tour forzato del giorno prima, torniamo contenti alla gravina di Laterza dove alle brevi e tecniche placche di scaldo si alternano dei bellissimi strapiombi e tetti di continuità che ci hanno fatto rimpiangere di aver passato gli ultimi mesi a fare solo blocchi!

Sì, ok… ma il PULO? Sentiamo Graziano Montel che ce lo sconsiglia perché pieno di neve e quasi non ci si arriva… così come non riesce a raggiungerci Aldo (Ricci) che con Luca ha in progetto di girare un video nelle varie falesie ma che da tre giorni e bloccato dalla neve a Noci, quindi… ragazzi c’è sempre il mare e vicino al mare… c’è sempre Statte… e via a beccare altro freddo! Resistiamo poche ore e poi decidiamo di visitare CASTELLANETA e di cenare a GINOSA… bellissime entrambe e per chi non ci è mai stato… un consiglio: provate a mangiare in una delle mille macellerie. Un’esperienza da non perdere!

Domani è l’ultimo giorno e lo dedichiamo all’idea di Luca, riusciamo finalmente a scalare nel settore GANGIA, quello chiodato col materiale regalato dal Gruppo Ragni e il lavoro di Graziano e di tutta la sua banda. Un super settore, uno dei più belli di tutta la gravina di Statte, con le vie più lunghe, dove la resistenza la fa da padrona e l’esposizione la rende accessibile in vari periodi dell’anno, basta andarci all’ora giusta.

Ora tutti a casa… lasciamo a malincuore Roberto e la sua famiglia al tranquillo Sierro, Gaetano e Federica…che ci hanno sempre seguito con la loro allegria  e sopportato nel nostro folle girovagare per le terre di Puglia, se ne tornano verso Frosolone e noi… facciamo una visita veloce a CASTEL DEL MONTE per poi tornare al “freddo” Nord. Ma tanto qui ci torniamo, ci manca da scalare al Pulo e poi… dobbiamo ancora fare il bagno al mare!

Giovanna Pozzoli

FALESIA DI STATTE – SETTORE GANGIA

1) MAUI WOWIE 7c
2) FUNKY BUDDA 7a
3) AFRICAN WOODBINE 7b
4) RASTA WEED 7a
5) IL FLASHONE 6c
6) HIMALAYAN GOLD 6a+
7) EVEREST QUEEN 5b+
8) SHIVA 6b+
9) FAME CHIMICA 6b+
10) BLUE VELVET 7a+
11) KALI MIST 7a+
12) BONG 7b+
13) IL COPPERTONE 7b
14) SUPERSKANK 7b+
15) IL PUZZONE 7b+
16) PURPELIZE ?
17) PUSHER 7b
18) POPPER 6c+
19) WHITE WIDOW 7b
20) QUICK ONE 6a+
info:www.rocciaeresina.it

Altri articoli:
>>> I Ragni di Lecco per l’arrampicata nel Sud Italia
>>> Vacanze di Natale in Puglia 1° episodio – Falesia di Laterza

>> Info Ragni di Lecco

Click Here: titleist golf balls

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *